Agenzia investigazioni: come scegliere

24 gennaio 2017 / Da Emissarius Investigatore Privato Roma
investigatore privato Roma porte

Agenzia di investigazioni, ci siamo, ne avete bisogno

Suggerimenti da seguire

A prescindere dalla motivazione, che sia un dubbio sul partner, una preoccupazione per il figlio, un dipendente poco onesto oppure una qualsiasi altra necessità, la decisione che prenderete potrà influenzare il vostro futuro.

La scelta

Per la scelta di un commercialista, di un dentista o di un avvocato potrete rivolgervi ad amici e parenti che hanno già avuto una precedente esperienza positiva ma in questo caso vi rimarrà più difficile, pena il dover esternare i delicati motivi per i quali vi occorre ai vostri conoscenti.

Referenziati

Spesso le situazioni che ci spingono ad ingaggiare un’agenzia di investigazioni necessitano anche della figura dell’avvocato che potrebbe avere un nominativo di fiducia o, se non direttamente, potrebbe reperirlo tramite un collega. Tenete in considerazione che se un avvocato si avvale di una determinata agenzia é perché in passato lui stesso o il collega che glielo ha consigliato ne ha saggiato professionalità e competenza.
Un altro metodo potrebbe essere quello di rivolgersi ad un amico Carabiniere o poliziotto perché tra i colleghi andati in pensione potrebbe avere qualcuno che ora dirige un’agenzia di investigazioni.
Occhio agli abusivi

Occhio agli abusivi

Perciò se non potete giocare la carta della “referenza” di un amico o il consiglio del proprio legale non rimane altro da fare che mettersi alla ricerca.
L’imperativo é non rivolgersi ad uno dei moltissimi abusivi che si propongono di svolgere indagini private!!
Le agenzie di investigazioni infatti sono soggette ad apposita autorizzazione rilasciata dalla Prefettura di competenza che le abilita allo svolgimento di ricerche per conto di privati. Questo é il primo aspetto da considerare per essere sicuri di rivolgersi ad un professionista che sarà in grado di fornirvi le informazioni che cercate in maniera legale ed utilizzabile in giudizio.
Cercando in rete troverete un nutrito numero di investigatori pronti a darvi una mano, il mio consiglio é di preferire le agenzie che riportano sul proprio sito internet l’indirizzo della sede. Essendo infatti OBBLIGATORIO per il rilascio della licenza essere in possesso di uno studio dove svolgere l’attività (non é possibile farlo all’interno del luogo di residenza) non vedo per quale motivo ometterne l’indirizzo. Anche l’indicazione di un numero di rete fissa oltre all’immancabile cellulare é un modo per essere trasparenti e dare al cliente una certezza per i contatti.

Alcuni investigatori privati per agevolare i nuovi clienti propongono appuntamenti conoscitivi all’aperto magari all’interno di un bar; anche se può sembrare inconsueto é una maniera per agevolare il cliente che potrebbe aver difficoltà ad assentarsi dal lavoro o dall’abitazione per attraversare la città inventando improbabili scuse da propinare ai propri famigliari. Non prendetelo come un aspetto negativo.

Ricordatevi che per incaricare un’agenzia non é sufficiente una chiacchierata ma é necessaria la firma di un mandato d’incarico che autorizzi l’investigatore privato ad agire nei vostri interessi. Quando dopo il primo incontro vi recherete presso l’agenzia per la firma, versare l’eventuale anticipo e fornire tutte informazioni utili per lo svolgimento della richiesta, avrete anche modo di notare la licenza che per legge deve essere affissa in bella mostra all’interno dei locali.
Non valutate la bravura dell’investigatore dall’opulenza del suo studio o dal numero di segretarie, spesso la sede dell’agenzia é solo un luogo tranquillo per incontrare i clienti e non necessariamente deve essere lussuoso, i collaboratori poi sono sempre in giro e non necessitano di scrivanie. Tenete a mente il proverbio secondo cui “nella botte piccola c’è il vino buono”.

Sensazioni a pelle

Ora che siete certi di esservi rivolti ad un professionista autorizzato valutate la sensazione a pelle che vi ispira, lo so che state cercando un valido professionista e non vi interessa che sappia anche essere simpatico, ma considerando che la persona che avete davanti potrebbe venire a conoscenza di fatti e segreti per voi importantissimi non trascurerei troppo la questione “feeling”.

Un ultimo consiglio

Le investigazioni private possono essere molto costose, pertanto il mio consiglio è quello di farsi spiegare attentamente i costi a cui si andrà incontro e stabilire un tetto massimo di spesa da menzionare nel mandato d’incarico, che potrà successivamente essere aumentato con una semplice proroga in caso di necessità.

Agenzia investigazioni: come scegliere ultima modifica: 2017-01-24T17:26:06+00:00 da Emissarius Investigatore Privato Roma
About The Author

Emissarius Investigatore Privato Roma